I PLATANI SECOLARI

22:00 Carlotta Marengo 0 Comments

In provincia di Cuneo si trova un borgo medievale piccolo nelle sue dimensioni ma grande per la sua storia, l’arte e la coltura. Si tratta di Cherasco, città nata nel 1243 che si erge sul pianalto alla confluenza dei fiumi Tanaro e Stura e si rivolge verso le Langhe e le Alpi.



Quello che voglio farvi conoscere oggi di Cherasco, città a me molto cara, è il maestoso Viale dei Platani, chiamato anche Napoleonico.
Intorno alla sua realizzazione circolano numerose leggende. Il mattino del 23 aprile 1796 i Francesi assediarono Cherasco e Napoleone Bonaparte entrò in città prendendovi alloggio. 
La leggenda narra che il comandante francese si sia ristorato all'ombra di un grande platano nei pressi del castello visconteo ed abbia così voluto che se ne realizzasse un intero viale.
Sicuramente la via alberata venne disegnata in epoca francese dopo che vennero abbattute le mura realizzando così una lunga passeggiata verde alla cui destra si trova il Castello Visconteo.


Gli alberi del viale sono davvero giganteschi, segnati ormai dalla vecchiaia (molti infatti sono cavi) cosa che però li rende ancora più affascinanti. Il più significativo è un “platano nostrale” di 15 metri di altezza e 5,4 metri di circonferenza.











0 commenti :