ASSOCIAZIONE TRA RAMPICANTI

23:19 Carlotta Marengo 0 Comments


Le piante rampicanti sono utilizzate nell’architettura di giardini e terrazzi per la loro capacità di espandersi in verticale e attaccarsi a sostegni: sono quindi ottime soluzioni per la  copertura e separazione di spazi: copertura ad esempi di muri, di reti (soprattutto dove si vuole evitare l’uso di siepi barriera che portano via molto più spazio), separazione di zone di terrazzi  o di giardini facendole arrampicare su tralicci di altezze diverse.
Peraltro molte rampicanti sono piante con bellissime fioritura e possono essere inserite nel paesaggio come elementi decorativi facendole arrampicare su ringhiere, su palizzate, e su alberi.

Una pianta rampicante va scelta in base all’utilizzo che se ne vuol fare: rampicanti sempreverdi e a crescita veloce sono fondamentali per una barriera verde “definitiva” e quindi edere e, in zone non troppo fredde, rincospermi e i caprifogli  sono la soluzione per coprire muri o zone che non si vogliono avere sotto lo sguardo. Rampicanti come Parthenocissus e Amelopsis (vite canadese e americana) che perdono le foglie in inverno sono da preferire in angoli in cui si vuole più colore e passaggio di luce; anche alcune rose rampicanti vigorose sono utilizzabili in questi casi, così come i caprifogli, e le Campsis radicans (le bignonie) coloratissime in estate.



Vertical Shutter Garden by Hideo Kumaki
Può essere anche interessante associare tra loro piante diverse per ottenere effetti piacevoli: ad esempio una rosa rampicante, una clematide o un convolvolo associata a un’edera permette di avere una cortina di verde fitto con una nota di colore.
Alcune piante rampicanti associate tra loro hanno uno spettacolare effetto decorativo: rose e clematis sono un esempio classico.

Ecco qualche idea!!

Per un muretto in ombra o mezz’ombra:


Hydrangea Petiolaris 

Hydrangea Petiolaris associata a  Clematis 'Nelly Moser' e Clematis 'Hagley Hybrid': l’Hydrangea coprirà il muro di verde con leggera fioritura primaverile – estiva bianca , le clematis daranno un tocco di colore con i grandi fiori in entrambi i casi rosa tenue; associandole si assicura un effetto fiorito dalla primavera all’autunno.


Clematis 'Hagley Hybrid'
Clematis 'Nelly Moser'
Hydrangea Petiolaris ha la capacità di aggrapparsi da sola al supporto ed è perfetto rampicante per muri e parti in ombra. Rustica e adattabile ad ogni terreno, anche calcareo presenta rapida crescita in senso orizzontale e verticale. Ha foglie caduche, verde brillante e infiorescenze bianche in estate.

Hydrangea Petiolaris

Per una balconata, una lunga ringhiera, o tralicci e pali al sole o mezz’ombra:
Rosa Philips Kiftsgate


Alcune rose rampicanti vigorose come la Rosa Philips Kiftsgate, rosa climber antica, con fiorellini bianchi riuniti a grappoli e profumo di mela, o Alberic Barbier, bocciolo giallo 
Rosa 'Alberic Barbier'

chiaro, fiore bianco e fogliame verde brillante, hanno una grande capacità di espansione e fioriture primaverili abbondantissime. Amano il sole pieno e possono essere associate a clematidi, esempio una Clematis  'Multi Blue' o 'Ville de Lyon', a fioritura estiva per avere una nota colorata in mezzo al fogliame delle rose.


Clematis  'Multi Blue'
 
Clematis 'Ville de Lyon'
Molte varietà di rose sono rampicanti, o meglio sarmentose in quanto non hanno la capacità di aggrapparsi a supporti ma devono essere in qualche modo guidate con lacci o sostegni. In linea di massima come tutte le rose sono rustiche, preferiscono posizioni soleggiate, sono sempreverdi o semi sempreverdi e portano fioritura più o meno durature.


Alcune, come le Rose Banksiae, hanno crescita molto rapida e fioritura primaverile , mentre altre come ad esempi Claire Matin fioritura continua ma minor capacità di crescita.


Rosa 'Claire Matin'

Rosa Banksiae
Per pareti soleggiate e riparate:

Actinidia kolomikta
una pianta speciale, poco conosciuta ma veramente scenografica è Actinidia kolomikta, una  cugina del Kiwi, caratterizzata dal fogliame verde con  screziature  che vanno dal bianco al rosa salmone. Si avvolge delicatamente ai sostegni e cresce fino a formare un grande cuscino variopinto. Un abbinamento interessante che potete provare è con il caprifoglio.

Lonicera caprifolium
Lonicera caprifolium è un arbusto rampicante vigoroso, rustico con la capacità di abbarbicarsi a ogni sostegno trovi; ha foglie semi caduche (in inverni freddi perde le foglie mentre in climi più miti si comporta da sempreverde) e fiori bianco panna  che virano al giallo molto profumati duraturi in estate. Alcune varietà come la Japonica hanno fiori rosati o di altri colori.


Predilige posizioni soleggiate e terreni ricchi. Può produrre molti metri di vegetazione nuova ogni anno.

0 commenti :