Nuove scoperte botaniche

16:29 Carlotta Marengo 0 Comments



Girando per vivai e fiere in questa primavera, due piante hanno colpito la mia attenzione, entrambe “scoperte” e ovviamente immediatamente acquistate nel vivaio “Millefoglie” di Lessolo. 
La prima è la Kirengeshoma palmata, una pianta appartenente alla famiglia delle Hydrangeaceae, originaria di Corea e Giappone, caratterizzata da  foglie palmate simili a quelle dell’acero, verdi chiaro.



I fiori appaiono a fine estate, simili a campanule giallo burro e spiccano sul mazzo basale di foglie con lunghi steli scuri. 





Ottima in combinazione con Hosta, felci, Astilbe, e altre Hydrangee in zone ombreggiate.



La seconda è un’erbacea perenne, il Thalictrum aquilegifolium, una pianta appartenente alla famiglia delle Ranuncolacee: colpisce per il portamento esile, le bellissime foglie verde chiaro, molto simili a quelle delle aquilege, sottili, profondamente lobate e per le infiorescenze di un delicatissimo rosa, simili a piccole pannocchie che formano piccoli ciuffi. 





L’idea che mi da è quella di una pianta molto delicata da sistemare in un angolo tranquillo e lievemente ombroso  del giardino o del terrazzo, dove fiorirà da maggio a agosto in una nuvola rosa.

Buoni accostamenti possono essere con le Hosta, ad esempio Hosta ‘Minute Man’, a foglie variegate, con i Geranium, come  Geranium renardii, a fiore bianco e fogliame grigio (presenti nel catalogo del vivaio Millefoglie) e con Gaura lindheimeri ‘Whirling Butterfly’, a fiori  candidi.

0 commenti :